La tua area riservata. Per gestire Articoli, Annunci e Commenti
Scritto da Redazione    Giovedì 26 Luglio 2018 00:00    Stampa
Somalo di Centro accoglienza Campomarino espulso da Digos. Tunisino rimpatriato
Campomarino - Cronaca Campomarino
HappyFamilyCAMPOMARINO - Un migrante di origine somala, compagno di stanza nel centro di accoglienza di Campomarino di un connazionale arrestato dalla Digos nel marzo 2016 per istigazione al terrorismo, è stato espulso dal territorio nazionale con rimpatrio in Somalia. Un suo amico, di origine tunisina, protagonista di minacce telefoniche a un ex mediatore culturale del punto di accoglienza campomarinese, è stato rimpatriato con volo charter nel suo centro di origine in Tunisia.
I provvedimenti scaturiscono da dettagliate indagini della Digos di Termoli a carico dei due stranieri.
Il somalo, richiedente asilo, M.M.A. di 29 anni, era entrato in Italia a maggio del 2015 venendo poi trasferito a Campomarino. Era il compagno di stanza all'interno del centro di accoglienza del somalo di 24 anni finito in cella a marzo 2016 e condannato a 2 anni e 6 mesi per istigazione al terrorismo dal Tribunale di Campobasso, sentenza confermata in appello e resa definitiva per inammissibilità del ricorso in Cassazione.

M.M.A è stato indagato nell'ambito dello stesso procedimento penale poiché durante le attività investigative della Digos, svolte con metodologie tradizionali, ha evidenziato un forte legame con l'arrestato, dimostrando di condividerne ideologia e intenti.

A conclusione degli accertamenti, tuttavia, non vi erano sufficienti elementi per una richiesta di rinvio a giudizio da parte dell'Autorità giudiziaria. La Polizia, comunque, ha segnalato la pericolosità del giovane alla Prefettura che, a giugno 2017, disponeva la revoca delle misure di accoglienza, con successivo ordine del Questore di Campobasso di accompagnamento presso il Centro di permanenza e rimpatrio di Restinco (BR).

All'interno della struttura di accoglienza pugliese, il somalo è finito all'attenzione della Digos per le minacce sporte, con la complicità del tunisino: T.A. di 32 anni che ha effettuato materialmente le telefonate minatorie, all'ex operatore del punto di accoglienza di Campomarino. I motivi che hanno portato lo straniero a commettere il reato sono da ricondursi al risentimento verso l'ex mediatore culturale, ritenuto responsabile del trasferimento nel centro di rimpatrio pugliese.
mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)
 
myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623

Cronaca

Cronaca Montenero - Petacciato | 16 Ottobre 2018

Frana di Petacciato, interrogazione parlamentare di Federico del M5Stelle

PETACCIATO - Interrogazione parlamentare del Movimento 5 Stelle sulla frana di Petacciato. Il deputato molisano Antonio Federico ha predisposto sull'annosa ...

Altri Articoli: Cronaca Termoli, Cronaca Campomarino, Cronaca Montenero - Petacciato, Cronaca Tremiti, Cronaca Molise, Cronaca Larino

Politica

Politica Molise | 16 Ottobre 2018

Sanità, Toma incompatibile con incarico commissario. Presidente:brutta pagina per Molise

CAMPOBASSO - "Qualche giorno fa, avevamo scoperto per primi l’intenzione del Governo di riprovare, per la ...

Altri Articoli: Politica Termoli, Politica Campomarino, Politica Montenero - Petacciato, Politica Tremiti, Politica Molise, Politica Larino

Sport

Sport Termoli | 14 Ottobre 2018

Italiangas apre la stagione con seconda vittoria, batte Campli 70 a 60

VASTO - Si apre con una seconda vittoria consecutiva dell'Italiangas Airino Basket Termoli il nuovo campionato ...

Altri Articoli: Sport Termoli, Sport Campomarino, Sport Montenero - Petacciato, Sport Tremiti, Sport Molise, Sport Larino

Turismo

Turismo Termoli | 8 Settembre 2018

Estate Termolese, segretario Sib: "Stagione 2018 da dimenticare"

TERMOLI - "La stagione balneare 2018 è iniziata in sordina a giugno ed finita peggio ...

Altri Articoli: Turismo Termoli, Turismo Campomarino, Turismo Montenero - Petacciato, Turismo Tremiti, Turismo Molise, Turismo Larino