logo.png
Scritto da Redazione    Martedì 09 Agosto 2016 20:34    Stampa
35 anni di poesie in vernacolo termolese, l'ultimo libro di Saverio Metere. Sarà presentato al Macte
Rubriche - Arte e Cultura
SaverioMetereTermoliTERMOLI - Mercoledì 10 agosto alle ore 18,00 presso la sala del nuovo museo Macte in via Giappone, l’arch. Saverio Metere presenterà il suo ultimo libro 35 anni di Poesie in vernacolo termolese. I saluti istituzionali saranno a cura del Sindaco di Termoli Angelo Sbrocca. Interverranno inoltre: Antonio D’Ambrosio e Alberto Montano. Il libro sarà presentato dalla giornalista Antonella Salvatore. Interverrà l’autore.
Trentacinque anni di poesie in vernacolo termolese: il lavoro di sviluppa con una carrellata di oltre 200 poesie in vernacolo e un poemetto di 158 quartine in endecasillabi costituito da due atti dal titolo "Na notte de Natale". Una "notte magica" in cui personaggi termolesi, poeti e politici passati a miglior vita, danno dei giudizi critici sul paese. 

Alcune poesie sono state musicate e presentate con i relativi spartiti, altre sono state corredate da foto riferite a luoghi caratteristici, usi, costumi e cibi tipici termolesi. Inoltre, per alcune, a piè di pagina, sono stati inseriti vecchi modi di dire della tradizione termolese (tavitte) e proverbi in vernacolo coniati per l'occasione. "Abbiamo voluto dedicare cinque pagine all'amico Fernando Lanzone, scomparso di recente, nel cinquantesimo dall'inaugurazione del suo ristorante La Torretta - ha dichiarato Saverio Metere -. Il lavoro si conclude con oltre 50 poesie in ling ua, una parte delle quali ha per tema l'amore". 
 
mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)