logo.png
Scritto da Antonella Salvatore    Giovedì 26 Luglio 2018 17:24    Stampa
Scopre pitubull con gancio guinzaglio conficcato in gola. Cane salvato da maltrattamenti. Indagini
Termoli - Cronaca Termoli
PitbullVeterinarioTERMOLI - È stato sottoposto a maltrattamenti e crudeltà gratuite per anni. Sin dai primi mesi di vita gli è stato conficcato nel collo un gancio a cui è stato attaccato un guinzaglio con il quale era legato e portato in giro. Uno strazio continuo per l'animale che ha vissuto con un moschettone conficcato sotto la gola. Una vera e propria barbarie quella a cui è stato sottoposto un pitbull per molto tempo.
A scoprire per caso l'accaduto, un giovane che stava passeggiando con il suo cane a Petacciato marina.  Il ragazzo, alla vista dell'animale che vagava senza meta, lo ha avvicinato e ha subito notato il grosso gancio inserito direttamente alla base del collo. Quasi incredulo alla visione a dir poco raccapricciante, è riuscito piano piano ad avvicinarsi e prenderlo.

Il giovane, sotto choc, ha condotto subito il cane da un veterinario a Termoli con l'intento di toglierli il grosso 'anello' dalla gola. Il medico, alla vista dell'animale, è rimasto sbigottito. Immediata, a questo punto, la denuncia del caso ai Carabinieri Forestali che hanno avviato indagini.

Il pitbull, in base a quanto verificato dallo specialista, sembrerebbe sia stato tenuto sin dai primi giorni di vita con il gancio nella gola. La ferita è cicatrizzata per cui sembrerebbe fosse tenuto al guinzaglio, spintonato in modo continuativo direttamente dal moschettone conficcato in una zona molto delicata del corpo.

Una vicenda di maltrattamenti e crudeltà sulla quale sono concentrati i militari del territorio ora a caccia del responsabile nei confronti del quale potrebbe scattare una denuncia per maltrattamenti. Per tale tipo di reato, il codice penale (art. 544 ter cp) prevede la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro.
mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)