logo.png
Scritto da Redazione    Domenica 22 Marzo 2009 20:41    Stampa
Lottizzazione Ima: il Comune si costituisce parte civile contro il Commissario ad acta Giarrusso. Parte nuova "crociata" giudiziaria del Sindaco Greco
Termoli - Cronaca Termoli

Lottizzazione Ima: il Comune, dopo la battaglia giudiziaria contro i due imprenditori termolesi titolari del progetto di edilizia civile in Contrada Porticone, presenta il "conto" al commissario ad acta Giarrusso, reo di aver approvato la riclassificazione dei Fede. Il professionista, tra l'altro, e già indagato dalla Procura della Repubblica di Larino.

Il Sindaco di Termoli terminata la "guerra" a colpi di ricorsi contro i Fede, ora dichiara una nuova "crociata" in sede civile costituendosi parte civile nel procedimento penale aperto dalla Procura frentana lo scorso anno poco prima del sequestrato dell'area oggetto della lottizzazione della Ima in Contrada Porticone, vicenda non ancora chiusa.
L'Amministrazione comunale, chiede dunque, il risarcimento danni al solo Giuseppe Giarrusso. Non si escludono nuove quanto eclatanti sorprese sulla questione Ima.
Questo il testo della delibera di Giunta comunale con la quale è stato approvata l'azione legale nei confronti di Giarrusso.

PREMESSO che risulta pendente dinanzi al Giudice del Tribunale di Larino-Termoli, il procedimento penale iscritto al n. 663/07 mod. 21 R.N.R. a carico di Giarrusso Giuseppe Antonio, Fedele Nicola, Desiderio Pardo per l’imputazione del reato di cui agli artt. 323, 117, 61 n. 2, 479, 319, 321, 110, 44 lett.c del c.p., perché Giarrusso nella sua qualità di commissario ad acta nominato dalla Regione Molise presso il Comune di Termoli nella procedura relativa al permesso di costruire inoltrato dalla Ima, rilasciava i richiesti permessi di costruire, nonostante il diniego espresso del Comune di Termoli, allo scopo di agevolare Fedele Nicola e Desiderio Pardo, titolari della società Ima Srl...;
RILEVATO che il Comune di Termoli, quale parte offesa, intende costituirsi parte civile nel predetto procedimento penale per la richiesta integrale dei danni subiti e subendi che dovessero derivare dalla condotta del Giarrusso che, come Commissario ad Acta, ha svolto funzioni surrogatorie del Consiglio Comunale, commettendo abuso ed ingenerando nei terzi affidamento di regolarità giuridica delle procedure svolte; DOPO ampia ed esauriente discussione;
VISTO il parere positivo sulla regolarità tecnica espresso dal Capo Settore;
VISTO il D.Lgs. 267/2000; VISTO lo Statuto dell’Ente;
CON VOTI unanimi e palesi;
DELIBERA Di autorizzare il Sindaco a costituirsi parte civile nel procedimento penale iscritto al n. al n. 663/07 mod. 21 R.N.R. a carico del solo Giarrusso Giuseppe Antonio, dinanzi al Tribunale di Larino-Termoli per i motivi esposti; di rendere la presente, con separata, successiva votazione unanime, immediatamente esecutiva.
MYSOCIAL (condividi l'articolo sul tuo social preferito)